Ritardanti di fiamma

SUPPORTI IGNIFUGI. Ritardanti di fiamma utilizzati nel legno, chiamato anche ignifugo o antincendio, dovrebbe soddisfare i seguenti requisiti: ostacolare l'accensione, prevenire la propagazione del fuoco, ritardare la trasformazione chimica della struttura in legno. Il legno è protetto dagli effetti distruttivi del fuoco saturando la sua superficie con una soluzione del ritardante di fiamma selezionato, con la concentrazione appropriata. Esistono diversi modi per utilizzare i ritardanti di fiamma, vale a dire: lubrificazione e spruzzatura, immergere la legna in una soluzione ritardante di fiamma, impregnazione del legno sotto pressione, finalmente l'osmosi, cioè lubrificando il legno umido con una pasta preparata mescolando ritardante di fiamma con colla. Oltre alle specifiche ignifughe presenti sul mercato, e prodotto con metodi brevettati („Ogniofix”, „Flamort” All 'interno), Un certo numero di diversi composti chimici hanno proprietà ignifughe: Questi sono: Cloruro di magnesio, , solfato di rame, bicchiere d'acqua, fosfato di sodio, cloruro di zinco, cloruro di zinco, borace, infine solfato di zinco e allume, come non avere altro uso nella costruzione.